Nella tela più antica, la Beata Maria Bagnesi, appare con soggolo e velo bianco, come sarebbe corretto, trattandosi di una laica consacrata con tonaca bianca e mantello nero.

Dopo la beatificazione, invece, al simbolo del Crocifisso con gigli, si aggiunse la spada sul cuore, richiamando la Madonna Addolorata, come rimando alle molteplici malattie che la misero alla prova. Nella tela si nota che la cappa era stata alzata sul capo, mentre successivamente si trasforma in un velo nero, poco corretto, in quanto tipico delle monache di clausura e non delle laiche consacrate.

 

Nuova Antologia delle parole di S. M. Maddalena de' Pazzi
Nuova Antologia delle parole di S. M. Maddalena de' Pazzi


Canti

Per la prima volta edizione critica ed edizione in italiano moderno

del testo di S. Maria

Maddalena de’ Pazzi

 

Quaranta Giorni

 

Prefazione di Mons. A. Bellandi, Vicario Generale dell'Arcidiocesi di Firenze, già Preside della Facoltà Teologica dell'Italia Centrale.

Le parole di 

Papa Francesco

 

Omelie

Le Madri di

S. Maria degli Angeli


Venerable

Rosemary Serio

(English)

9 Maggio Commemorazione

 

       

Video della

Terra Santa